Tu sei qui
Home > Attualità > Amministrative 2019: grandi manovre al via

Amministrative 2019: grandi manovre al via

Aspettando le Elezioni Amministrative attese per la primavera del 2019, l’arena politica ostunese inizia ad andare in fibrillazione, tra nuovi e vecchi movimenti, possibili alleanze e rinnovate candidature. Gianfranco Coppola, attuale primo cittadino di Ostuni, ha già fatto pervenire la sua posizione: «Al momento non escludo di essere io il prossimo candidato sindaco, ma non chiudo la porta di fronte all’ipotesi di fare un passo indietro e dare il mio appoggio a un altro candidato del centro destra, ammesso che mi siano proposti nomi di altissimo profilo». Coppola aveva già avanzato l’ipotesi di una sua ricandidatura nel maggio scorso, quando dopo la proposta avanzata da una parte della maggioranza di indire le primarie per individuare un candidato per il centro destra, aveva ribadito la sua disponibilità a rivestire i panni del candidato anche per le amministrative del 2019. «Io sono un indipendente – ha spiegato il Sindaco – e forse questo può dare fastidio a qualcuno. Appartengo al centrodestra, ma sempre da indipendente. Quando circa cinque anni fa, da più parti, mi fu chiesto di candidarmi a sindaco di Ostuni mi resi disponibile a svolgere un solo mandato e a cambiare una situazione ormai tristemente cristallizzata. Oggi ritengo invece che un secondo mandato possa permettermi di portare a compimento alcune azioni amministrative determinanti per la crescita del nostro territorio. Al di là di tutto, nessuno immagini che io lasci ai miei avversari politici un’autostrada libera a causa di beghe banali. Dopo dodici anni all’opposizione e cinque da sindaco, non permetterò che il valore del lavoro svolto finora venga sminuito. Forte della mia indipendenza, continuerò ad agire nell’interesse esclusivo della comunità ostunese, nonostante le innumerevoli difficoltà e fino a quando me ne verrà data opportunità». Nella lista dei neonati schieramenti si aggiunge invece “Vedremo Ostuni”, un progetto politico che annuncia orgogliosamente la sua discesa in campo ufficiale, a cui aderiscono anche alcuni ex componenti del Partito Democratico ostunese, come l’ex segretario cittadino Maurizio Flore e l’ex coordinatore del gruppo Giovani, Antonello Suma. Tra i fondatori di “Vedremo Ostuni”, anche Gianluca Zurlo, Giusy Santomanco, Beppe Moro, Maria Rosaria Colucci, Giusy Pomes, Angelo Zurlo, Mario Monopoli e Raffaella Roma: «Nel silenzio elettorale e politico di questa città – si legge nella nota costitutiva del movimento – viene fuori una proposta per dar via a un confronto, in preparazione alla campagna elettorale. Per chi ama, per chi ha a cuore le sorti culturali, socioeconomiche della propria città non può rimanere indifferente e vederla soffrire così. È da un po’ di tempo che parlando con tanti concittadini e amici, osserviamo Ostuni come un paese in zona retrocessione che riesce ancora ad attrarre attenzioni, solo ed esclusivamente alla sua naturale bellezza e non certo all’azione politico-amministrativa di questi anni. È oramai indifferibile il bisogno di un progetto politico che metta alle spalle logiche spartitorie di ruoli e di posizionamenti ad arte. Ritroviamo oggi, una città che non riesce ad interpretare il proprio futuro. Ostuni in questi anni ha fatto da traino ed è stata da esempio alle realtà circostanti, ma è rimasta ferma al punto di partenza, al contrario loro, che in questi anni hanno dato lezioni di civismo, sviluppo turistico, ricettivo e gastronomico. Diciamo basta a questo stato di arretramento e di abbandono della città. Se non ritroviamo in noi una sorta di reazione a questo stato di cose, saremo tutti, per certi aspetti, corresponsabili essendo cittadini di questa terra. Vogliamo renderci promotori e garanti di un processo di rinnovamento, di rinascita del nostro territorio, di ricambio generazionale. Non si è contro nessuno, ma solo a favore della città di Ostuni». Nel nascente fermento politico si è affacciato un ulteriore nuovo movimento politico, “Scelta sociale”, che nel proprio direttivo annovera Francesco Francioso, ex vice – sindaco di Ostuni, Matteo Tanzarella, Giuseppe Sgura, Claudio Santoro e Francesca Pezzolla. Durante la presentazione di rito, i rappresentanti del neomovimento hanno spiegato di volersi aprire alla società civile, al mondo dell’associazionismo e alle liste civiche, puntando l’attenzione su alcuni temi in particolare, quali il turismo, il commercio, l’agricoltura, le pensioni, il lavoro e i giovani, sottolineando come non s’intenda seguire un orientamento o un partito politico già esistenti. Tra i punti fermi enunciati nel corso della presentazione di “Scelta sociale”, l’assoluta concentrazione sulla realizzazione del programma che si intende portare avanti e l’apertura nei confronti di tutti gli insoddisfatti della politica italiana, che vogliono far sentire la propria voce. Anche il Movimento 5 Stelle della Città Bianca fa sapere di essere al lavoro per proporre un progetto politico e individuare il candidato che concorrerà a Ostuni per conquistarsi la poltrona di primo cittadino, nelle amministrative che si terranno a maggio del 2019: «Il Movimento 5 Stelle ad Ostuni c’è – recita una nota stampa – e sta lavorando per proporre il proprio progetto alle prossime competizioni elettorali amministrative della città. Proseguono a tal fine, ogni venerdì pomeriggio, gli incontri tra attivisti, simpatizzanti e cittadini che vogliano avvicinarsi e proporre le proprie idee per la valorizzazione della città. Agli incontri è presente anche la deputata Valentina Palmisano che, nell’occasione, ascolta e raccoglie le istanze della cittadinanza per quanto di competenza del Governo centrale. L’intento è quello di coinvolgere i cittadini nella realizzazione del programma elettorale e, perché no, anche nella scelta del possibile candidato sindaco. A breve verranno date informazioni in tal senso. Si invitano tutti gli ostunesi che vogliano sentirsi parte attiva della propria città, a seguire la pagina Facebook “Ostuni 5 stelle” per essere sempre informati sulle varie iniziative in essere». Non poteva mancare nel contesto politico locale anche una presa di posizione targata Lega, che per quanto sia stato controverso da assimilare, a partire dalle ultime politiche ha fatto registrare sempre più simpatie anche al Sud. La Lega – Salvini Premier della Città bianca, attraverso una nota inviata dal coordinatore cittadino Donato Marangi, è intervenuta sulle prossime Amministrative. Il movimento politico che fa capo al Ministero dell’Interno e vicepremier, Matteo Salvini, si dichiara soddisfatto per il crescente interesse, ma ribadisce di non avere ancora individuato una figura che possa rappresentare il candidato sindaco del partito e delle forze politiche alleate: «Riteniamo di poter esprimere la nostra viva soddisfazione. Cresce vertiginosamente, infatti, giorno dopo giorno, l’interesse per il progetto politico di Matteo Salvini in vista dell’appuntamento con le Elezioni Amministrative del maggio prossimo nella nostra città. Ma cresce anche e soprattutto il gruppo intorno al coordinatore cittadino Donato Marangi, che vede l’impegno disinteressato e sincero di validi giovani neofiti della politica affiancati da persone già mirabilmente coinvolte nell’amministrazione della città. Ciò testimonia una volta di più l’egregio lavoro svolto dal coordinamento in questi difficili e talvolta complicati mesi, in un percorso che troverà la sua giusta esplicazione e il suo coronamento in un ottimo risultato elettorale che, ne siamo certi, ci vedrà quale lista trainante della coalizione di Centrodestra, in rima con i riscontri nazionali. In queste settimane il gruppo formatosi si riunisce regolarmente, e sono già state numerose le idee emerse che andranno a redigere un programma efficace che possa dare un volto nuovo e decoroso alla nostra Ostuni. Tuttavia, di concerto con gli esponenti delle altre forze politiche alleate, ancora si ragiona e si discute sulla figura del candidato sindaco da sostenere, una candidatura che rinsaldi ulteriormente una coalizione già perfettamente in sintonia e pronta a ragionare finalmente sui fatti e con i fatti, lasciando agli avversari la vana arte del parlare». Il centro destra ostunese ha fatto sapere inoltre sapere di aver riunito un tavolo cittadino al quale hanno partecipato i rappresentati di Fratelli d’Italia, Lega, Forza Italia, Partito delle Aziende, Ostuni Tricolore, Noi con l’Italia e dell’associazione Obiettivo Comune. Nel corso della riunione sono state gettate le basi per rinsaldare e fortificare l’alleanza del centro destra nella città di Ostuni con l’obiettivo di rilanciare la proposta politica che porterà da un lato a stilare un programma elettorale innovativo e concreto e dall’altro ad individuare il miglior candidato Sindaco per la città. La piazza inizia ad affollarsi, ed è solo l’inizio.

Lascia un commento

Top